NOI, contro la VIOLENZA.

Con l’approssimarsi della giornata contro la VIOLENZA SULLE DONNE all’Istituto Frejus di Bardonecchia è stato organizzato un incontro per sensibilizzare gli studenti sul tema, all’interno dell’ora di comunicazione che svolgiamo settimanalmente con il giornalista Fabio Tanzilli.

L’incontro è stato effettuato da una volontaria del “CENTRO ANTI VIOLENZA EMMA ONLUS”, nato a maggio dalla fusione delle associazioni “SVOLTA DONNA” e “DONNA AL FUTURO”; il centro ha diversi sportelli sul territorio ed un numero verde a cui le donne possono rivolgersi 24 ore su 24.

L’operatrice dell’associazione, Maura Brondolin, ci ha raccontato il proprio vissuto di violenza relativo ad una vicenda svoltasi circa 3 anni fa in seguito al ritrovo di un vecchio compagno di scuola.

L’uomo, tentando un corteggiamento assiduo, ha cominciato a perseguitarla, prima con messaggi e chiamate ed in seguito facendosi ritrovare vicino a casa per obbligarla a considerare una relazione non condivisa.

Maura non ha notato i pericolosi segnali iniziali che hanno portato ad una violenta aggressione nel giro di poco tempo, in seguito alla quale la vittima ha riportato lesioni e fratture.

Fortunatamente, dopo aver perso i sensi in seguito al tentativo di strangolamento, la donna è riuscita a salvarsi ed ha trovato il coraggio di denunciare la sua aggressione.

Il racconto di questa vicenda ci ha aiutato a riflettere sul tema e ad individuare meglio le tematiche relative alla “VIOLENZA SULLE DONNE”, in quanto a volte è difficile ma importante riconoscere precocemente i segnali che individuano le personalità maltrattanti.

Noi studenti abbiamo appreso che in seguito a queste spiacevoli vicende la cosa migliore da fare è denunciare l’accaduto ai Carabinieri e in seguito rivolgersi ai centri anti-violenza dove si possono trovare persone adeguatamente preparate ad accogliere le donne vittime di violenza.

Questo incontro ci ha aiutato a riflettere su come si può contrastare questo fenomeno, che nasce sicuramente da una cultura maschilista, e su quanto sia importante l’educazione, il rispetto e l’uguaglianza di genere.

Per concludere possiamo dire che: “Pensare male delle persone è peccato, ma non si sbaglia quasi mai.”

In collaborazione con: Maura Brondolin

Asia Grilli, Alessandra Novaro, Isabella Teppati V AFM

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: