La scuola ideale: riflessioni e considerazioni durante l’ora di Francese!

Durante l’ora di francese, abbiamo letto un articolo tratto dal giornale Les Echos. L’articolo faceva riferimento all’apprendimento nella scuola elementare e il giornalista ha voluto analizzare due sistemi scolastici molto diversi tra loro, entrambi, tuttavia, considerati i migliori al mondo: il sistema finlandese e quello cinese. in Finlandia si cerca di rendere meno traumatico il passaggio dalla scuola materna alla scuola elementare, per cui le diverse materie sono affrontate in modo piuttosto ludico, con l’obiettivo di stimolare il più possibile la curiosità dei ragazzi.

Man mano che i bambini crescono, si passa invece a un apprendimento basato su attività di gruppo, il cui obiettivo è quello di alleggerire il carico di lavoro, tramite la suddivisione dei compiti. Un aspetto che ha fatto gioire noi alunni italiani è il fatto che a casa vengono dati pochissimi compiti: tutto quello che devono fare è rivedere ciò che hanno appreso. In Cina, invece, gli alunni vengono spinti alla competizione che motiva i ragazzi a dare sempre il meglio di loro stessi. Il lavoro assegnato a casa è moltissimo, addirittura si chiede loro di preparare approfondimenti su argomenti appena accennati in classe. Inoltre, questo sistema cerca di valorizzare le eccellenze: gli alunni migliori vengono affiancati a quelli più deboli: questo perché i ragazzi utilizzano un linguaggio diverso da quello dei professori e riescono a essere più chiari per i loro compagni.

La lettura di questo articolo ha dato il via a una discussione. Senza dubbio, noi preferiamo il sistema finlandese, tanto gioco e pochi compiti! È per questo che abbiamo deciso di descrivervi come per noi dovrebbe essere la scuola.

Ovviamente le classi devono assolutamente essere miste. Le lezioni dovrebbero cominciare verso le otto e mezza/nove, dopo un’abbondante colazione fatta in classe tutti insieme e l’uscita dovrebbe essere verso le tre e mezza. La nostra giornata tipo prevede due intervalli. Ah, dimenticavo, ovviamente niente scuola al sabato e soprattutto niente compiti a casa! Le verifiche sono necessarie, altrimenti non studieremmo mai: vogliamo tante verifiche, ma su pochi argomenti, così ci si annoia di meno a studiare! Al pomeriggio chi vuole dovrebbe potersi fermare di più per poter fare ripetizioni con docenti o con altri studenti particolarmente bravi. Per quanto riguarda i prof, dovrebbero essere tutti molto gentili e disponibili!

Non vi abbiamo ancora detto che noi stiamo frequentando una scuola total tablet e ci troviamo molto bene; di conseguenza, anche la nostra scuola tipo dovrebbe dire addio ai libri e ai quaderni.

La scuola deve, però, anche essere divertimento. In che modo? Semplice, con molte uscite didattiche e con almeno due viaggi di istruzione all’anno, uno in autunno e uno in primavera.

Per ultima cosa… vorremmo una scuola che premi gli alunni migliori con viaggi, estivi e invernali!

Non ci sembra di chiedere poi così tanto… professori, presidi e ministri vari, mettetevi al lavoro in questa direzione!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: